Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 7
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0013
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0013
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
7

ca, mi sia preteso di diminuire il merito del
primo Compilatore, mi dichiaro, che anzi
sono nel preciso dovere di consessarmeli con
tutta ingenuità obbligato , per avermi colV
opera sua in gran pane somministrato il ma-
teriale, senza del quale dissicilmente avrei io
potuto ridurre a buon termine questo mio
insussiciente lavoro.

Quello però , che del suo mi è sembrato
di non poter adottare, si è stato il troppo
da lui ricercato, e prolisso modo di espri-
mersi , non consacente ad una tale materia,
e le inutili, e sorse un po’ troppo piccanti
e critiche digressioni. Contuttociò mi vanto
d9 averlo seguito in tutto quel buono, che per
entro in piu luoghi m è avvenuto d’ incon-
trarvi .

Non sarà da ultimo disaggradevole , che
prima di passare a dar contezza delle Pitture,
e delle Sculture Cremonesi, delle Origini, e
Fondazioni delle Chiese, e d’ altri pubblici
Edifizj, venga messa in veduta con qualche
sodo sondamento V antichità di questa nostra
Patria, giacche da molti, che sinora ne hanno
scritto, non si sono addotte per lo piu, che
semplici conghietture , o savolose opinioni.

La piu antica sussistenza della Città di
Cremona V abbiamo da Eusebio, classico Sto-
rico , il quale ci assicura, che essa esisteva
sino dall3 anno del Mondo 3144., cioè prima
dell3 Era Cristiana 1375. E siccome Roma
loading ...