Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 8
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0014
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0014
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
8

per testimonianza dello stesso Eusebio, su fon-
data r anno del Mondo 4444.vale a dire
prima dell3 Era volgare 656. anni; quindi
Cremona verrebbe a vantare un antichità di
mille e trecento anni- sopra Roma.

Si aggiunge, che sebbene lo stemma di
Cremona rappresenti ora tre sascie rosse in
campo bianco, e molti secoli prima rappre-
sentasse una vacca cd riferire del nostro Con-
cittadino Giacomo Gadio nella sua Cronaca
manoscritta $ era però esso più anticamente,
e al tempo degli Etrusci una Testuggine s co-
me ce ne fa fede V eruditissimo Conte Curzio
Inghirami di Volterra nella sua Opera Ethru-
scarum antiquitatum Fragmenta, ove trovasi
descritto, ed inciso lo stemma di Cremona
col segno di una Testuggine, colla indica-
zione , ivi Signum Cormonse 5 dal che si po-
trebbe desumere , che Cremona preesistesse già
molto prima delV enunciata epoca y cioè sino
al tempo degli Etrusci.

Con tutto ciò io non intendo di sostenere 9
che questa nostra Città possa essere stata
sondata dagli Etrusci piuttosto che da altri
Popoli lasciando il libero campo ai Leggi-
tori di attenersi a ciò ^ che pià loro sembrerà
in grado.
loading ...