Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 14
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0020
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0020
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Cattedrale

*4

che sostengono il di Lui Triregno ; tutte
figure al naturale, e d* una mossa sorpren-
dente .

Da qui piegasi alla Sagristia maggiore,
in sondo dalla quale dassi a vedere in tela
tutta compita a oro dipinta 1* Assunzione
di M. V. detta di Antonio Campi , tra-
scurata da Anton-Maria Panni nel suo Di-
Jiinto Rapporto delle Dipinture.

Dalla Sagristia s’ innoitra all5 Altare del-
la Visitazione di Maria Vergine. Prima di
questo Altare eravi quello eretto ad onore
dei Ss. Apostoli, ed altri Santi tutti ad in-
taglio in legno sordorato di maniera gottica;
sendo poi negli anni scorsi stato incorporato
il Convento, e la Chiesa dei PP. Minori
Conventuali" di S. Francesco, per allargare
F Ospitai maggiore, nella qual Chiesa al di
dietro del Coro sopra il suo Altare eravi ri-
posto il succennato Quadro di ragione dell5
estinta antica Nobile Famiglia Malesta, che
aveva disposto, qualunque volta questa Chie-
sa , e Convento fossero stati o trasmutati, o
distrutti, che si dovesse trasferire alla Cat-
tedrale, con farvi erigere F Altare. Segui-
ta adunque la totale mutazione del suddet-
to Convento, e Chiesa di S. Francesco, in
vigore della riferita disposizione Malesta, i
Nobb. Si gg. Presidenti alla Fabbrica fecero
quivi innalzare il ben inteso Altare di mar-
loading ...