Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 18
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0024
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0024
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
18 Cattedrale

compagnato da gran numero di Ss. Patriar^
chi, che riposavano nel Limbo de5 Ss. Padri»

Fuori della suddetta Cappella veggonsi
due Statue di legno rappresentanti due gran-
di Angioli con trombe alla bocca sopra alti
piedestalli ài una assai vaga sveltezza, e
scultura.

Costeggiando sempre sulla diritta si pas-
sa all’ Aitar maggiore posto nel fondo del
Coro della Navata di mezzo, in cui scorgesi
in assai grande Ancona di legno ad intaglj
sordorata un Quadro a olio, esprimente la
gloriosa Assunzione di Maria Vergine, con
sotto soli sei Apostoli, non avendo V esimio
dipintore Bernardino Gatti detto il Sogli aro po-
tuto darlo terminato, per essere stato in tal
tempo rapito dalla morte. Si dice che una
tas opera sia stata fatta colla mano sinistra,
per 1* offesa avuta nella destra da un colpo
d’ apoplesia.

Lateralmente al descritto Quadro dalla
banda dell’ Epistola sotto al {inestrone cam-
peggia dipinto sul muro in gran quadrilungo
il fatto evangelico del Centurione genuflesso
a piedi del Salvatore seguito dai Discepoli,
•opera di Antonio Campi.

Dalla banda poi del Vangelo, e dirim-
petto, Bernardino Campi vi espresse V entrata
in Gerosolima del Salvatore con gran con-
corso di altre Figure» Gli ornati delle Pila-
loading ...