Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 22
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0028
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0028
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Cattedrale

varj piccoli Quadri in tela dipinti a olio
esprimenti le prodigiose gesta del Santo sta-
te levate, perchè vuoisi erigervi un altro
Altare di marmo. Le dipinture erano di
mano di Luigi Miradori detto il Genovefe.

In seguito a questo Altare succede quel-
lo ultimamente costrutto con Cappella tutta
di fini marmi dedicata alle Ss. Reliquie ivi
riposte in ben ordinati vasi ed urne.

Oltrepassata la camera , in cui ripon-
gonsi tutti gli Arredi di questa Chiesa, rivol-
gési parimenti a destra, in cui havvi 1* Al-
tare di S. Antonio Abate dipinto in Quadro
con la R. V. in alto, ed un Santo Ponte-
fice , di Luca Cattapatie.

L’ altro Altare contiguo dedicato a S.
Giuseppe espresso in grande Ancona di le-
gno scolpita a tutto, e mezzo rilievo rap-
presentante la Sac. Famiglia, di Jacopo Bertesì.

Del suddetto si è pure tutto Y intaglio
dell5 Altare dedicato alla B. V. delle Grazie,
la di cui Immagine vedesi dipinta in tela
da buona mano .

Portandosi finalmente nella Nave di mez-
zo si andranno osservando tutte le altre Di-
pinture a fresco, che stanno sopra tutte le
Arcate della stessa Nave, esprimenti parte
la vita della B. Y., e parte quella di N. S.
Sopra la prima Arcata dalla parte del Van-
gelo in gran Quadro in due diviso vedesi in
loading ...