Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 24
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0030
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0030
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
24

Cattedrale

ne, con sotto Bembus incipiens.

Dall’ altro canto del Palco dell’ Organo
altro simile diviso in due, nel primo la fuga
in Egitto della sacra Famiglia , nell’ altro la
strage degli Innocenti, con sotto il nome Al-
tobellus de Meloni bus P. MDXdlI.

Sull’ ultima Arcata in altro Quadro mi-
rasi il Salvatore nei Tempio, che disputa in
mezzo ai Dottori, del ridetto Boccaccio.

Sopra di esso oltrepassata un’ Iscrizione
stavvi dipinta sul muro la B. V. in piedi
col Bambino tra le braccia, ed una Figura
ginocchioni in atto supplichevole con sotto
scrittovi Bene dici us Fodrius hanc ex voto. Se
ne ignora 1’ Autore; ella è però dipintura
di buona mano antica.

Prima di rivolgersi da questa banda per
portarsi a quella dell’ Epistola a contempla-
re le altre contrapposte dipinture , fa duo-
po fermarsi nel mezzo del Presbiterio per
quivi ammirarle nel gran Catino del Coro
espresso nel mezzo il Redentore d’ una stra-
ordinaria grandezza con un libro in mano
seduto sopra nubi, circondato dai quattro
animali veduti da S. Gio: nell’ Apocalisse,
con a destra, ed a sinistra i quattro nostri
Santi Protettori Imerio Vescovo cioè, Qmo-
bono, Marcellino, e Pietro, opra assai enco-
miata dagli Intelligenti del nostro più volte
nominato Beccaccino Boccaccio . Sopra poscia
loading ...