Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 26
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0032
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0032
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
26

Cattedrale

rara due per banda delle sottopposte Tribune
delli quattro Ss. Evangelisti, di esperto Scul-
tore.

Scesi poscia dalla così detta Piazza Se-
natoria, sulla quarta Arcata in un Quadro
similmente in due diviso sì dimostra Gesù
condotto dinanzi a Caifasso, e nell’ altro lo
Stesso legato ad una colonna, amendue di
Cristoforo Moretto Pittor Cremonese.

Nella seguente quinta Arcata divisa pu-
re in due spazj appare Gesù coronato di spi-
ne nel primo, e nel secondo, quando fu da
Pilato mostrato al Popolo, di Girolamo Ro-
mani no Bresciano.

Rappresentasi Pilato nel solo Quadro del-
la sesta Arcata, che a vista del Popolo lavasi
le mani, e Gesù che viene strascinato dalla
furia dei Crocifissori, strepitosa dipintura,
non già di Giulio Campi, come sin' ora da
taluno si è dato a credere, ma bensì di Gio:
Antonio Licinio da Pordenone, come si è rica-
vato dai libri delle spese di questa Fabbrica,
in cui sta notato 1* accordo fatto col mede-
simo particolarmente di questo Pezzo.

Nello spazio sopra la penultima Arcata
lo stesso Pordenone vi ha espresso, Gesù colla
Croce in spalla condotto al Calvario.

Così nello spazio dell' ultima Arcata il
medesimo Professore vi ha rappresentato Ge-
sù, che viene inchiodato sulla Croce, d’ una
loading ...