Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 29
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0035
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0035
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Cattedrale

29

liquie, e di queste nel luogo, in cui oggi
giorno sono collocate, leggendo visi

SS MAE V. MARIAE POPVLI PATRONAE
CRVCIFIXI IESV EFFIGIES
DIVVM TVTELARIVM RELIQVIAE
AD TEMPLI STRVCTVRAM
PRAE CAETERIS ACCOMODAS
SEXVIRATVS DECRETO TRANSLATAE
ANNO IVBILEI MDCCL.

Nelle volte delle due laterali Crociere
dalla Porta cioè detta Pescheria a quella della
Contrada detta dell’ Erbe, vi sono dipinti
varj fatti del Vecchio Testamento di manie-
ra molto secca, ed in tempo, che non per
anco era rifiorita la Pittura.

Sotto al lungo di tutto il sito, che oc-
cupa la Piazza Senatoria, il Presbiterio, ed
il Coro, vi è una Chiesa detta la Sotto-con-
fessione sostenuta da ordini doppj di colon-
ne di marmo, con cinque Altari pure di
marmo , sopra dei quali in avelli di simile
materia vi stanno riposti nove Corpi dei San-
ti nostri Protettori, scoltura di Gio: Battista
Malojo. L’ Aitar maggiore, in cui sonovi cu-
stoditi i Corpi dei Santi Martiri Babila, e
Simpliciano, merita maggior attenzione per
olì istoriati del martirio di ciascheduno di

o

Essi a tutto, mezzo, e basso rilievo, del me-
desimo Scultore.

li Quadro, che copriva Y Organo dipin-
loading ...