Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 31
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0037
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0037
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
BATTISTERO

Due secoli, e più fu questa Chiesa co-
strutta dai Cremonesi prima della fondazio-
ne della Cattedrale. Ricavasi questa indubi-
tata notizia da una Allegazione stampata del
celebre G. C. Gio: Giacopo della Nobilissi-
ma Famiglia Torresini a favore delli Nobb.
Sigg, Presidenti alla Fabbrica, contro il Ve-
scovo di quel tempo , che pretendeva di
aver egli il totale dominio tanto sopra la
Cattedrale, quanto sopra questo sacro Edi-
lìzio, e Torre maggiore. In detta Allegazio-
ne per provare il totale antichissimo diritto
de’ Sigg. Presidenti, parlando del Battistero,
scrive in questi precisi termini

De Edificatione autem Baptisserii constai
authoritate Joannis Balli ti arii, qui su/t Pratcep-
ìoy Biondi, ut ipse attestatur in Italia illustra-
ta , & attestatur etiam M. Hier. Vida in suis
adìioni bus . Ver ha autem Jo: Balli starli sunt hcec.
Et quando populus Cremonensis construi siecit
Baptisterium intra Civitatem super Platea pubi/-
ca, currebant anni Domini DCCCC. &c. Lo
stesso viene riferito eziandio da Pellegrino
Menila nel suo Santuario di Cremona pag. 73.

Fissata 1* epoca deli5 antica fondamen-
tale sua origine, rimane ad osservarsi la sin-
golare sua struttura a somiglianza della Ro-
tonda ottangolare di S. Maria di Roma
loading ...