Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 32
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0038
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0038
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
3^

Battistero

Il suo giro è di braccia 170. interior-
mente sostenuto da sedici colonne di marmo,
sulle quali cammina similmente intorno una
loggia, che va a finire in una ottangolare
Cupola, con sua Lanterna sulla cima. Egua-
le è il fabbricato esteriore, a riserva delle
colonne, per cui tra un muro, e 1* altro
medianti comode scale vi si ascende, e vi
si gira d’ intorno sino alla sommità, sicco-
me a questa foggia sono costrutti il Tempio
maggiore, e la gran Torre nella quadratura.
La sola esterior facciata di questo Edifìzio
è investita di marmi, e sopra il vestibolo di
questa vedesi innalzata una ringhiera, o sia
palco con colonnetti pure di marmo soste-
nuto da due colonne, che posano sul dorso
di due gran Leoni sopra Piedestallo , uno
per banda. Il rimanente della fabbrica sì è
di pietre cotte ben levigate, e congiunte, che
la rendono sorte, e sussistente. Tutta la Cu-
pola sino dall* anno 1489. fu ricoperta di
grosse, e lunghe lastre di piombo per ripa-
rarne così la volta dalle intemperie delle sta-
gioni , della qual’ opra conservasene la me-
moria in lapida sulla facciata esteriore a
mano sinistra, che dice
loading ...