Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 42
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0048
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0048
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
^ 2, Palazzo pubblico della Citta

simboleggiate le Città di Milano, di Cre-
mona , di Pavia , di Lodi , di Como , di
Tortona, d’ Alessandria, e di Novara in di*
verse figure di grandezza maggiori del natu-
rale, vestite in varie foggie, di buona manie-
ra sortite dalla scuola dei nostri Campi per
comune opinione.

Ritengasi, che tanto le Pitture ramme-
morate, esistenti nelle Camere de’ Sigg. Mer-
canti, quanto quelle descritte in questo Pa-
lazzo, cioè la gran tela del Miracolo, le due
della Cena, e del Sagrifizio di Abramo ,
quelle del Platina, come altresì quelle della
Cancelleria, Cappella, e le simboleggianti le
Città suddette con il Cammino, non sono
state registrate nel Distinto Rapporto del Panni.

Due sono le gran Porte di questa fab-
brica, T una, come abbiam detto, sotto il
portico della facciata, che guarda la Piazza
grande , 1’ altra per cui si va alla Piazza
piccola , egualmente investite di piastre di
bronzo nell’ anno, come dirassi in appresso.

La parte di questo Edifìzio, che guarda
alla detta Piazza grande , su costrutta 1' an-
no 1206., come dalla qui sotto Memoria,
scolpita in lapida sotto la Ringhiera, in cui
leggesi
loading ...