Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 44
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0050
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0050
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. DOMENICO

Chiesa Parrocchiale

altissimi anni prima, che i PP. deir
Ordine di S. Domenico venissero a stabilirsi
in Città, abitavano nel luogo di S. Gugliel-
mo tra la Porta di S. Luca , e quella dJ
Ognissanti fuori delle mura, e dove presen-
temente trovasi il così detto santo Pozzo.

Siccome non havvi altra più accertata
memoria dell* originaria fondazione della
Chiesa, e Convento sotto il titolo di S. Do-
menico in questa Città, che quella riferita
da Pellegrino Merula nel Santuario di Cre-
mona, e dal P. F. Pietro Maria Domane-
schio nel? opera latina, che ha per titolo:
De Rebus Coenobii Cremonensis Ordinis Predica-
torum &c. Così fa duopo ristarsi a quanto da
essi ci viene additato.

Ma perchè il Merula pag. 203. asseri-
sce, che T introduzione in Città di questi
Religiosi fu neir anno 1284., e che attesa
la concessione satta loro dal Vescovo Cac-
ciaconte Sommo della Chiesa di S. Agnese,
quivi dassero principio all* erezione della Chie-
sa e Convento ; e che successivamente da
Niccolò Quarto Sommo Pontifice ottenessero
r ivi addetta altra Chiesa sotto il titolo di
S. Martino, per così ampliare e la Chiesa,
loading ...