Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 51
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0057
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0057
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Domenico

ro vedesi un Quadro con sopra S. Vincenzo,
che fa risuscitare un morto per farsi dichia-
rare 1’ Angelo dell1 Apocalisse alla presenza
di molti circostanti, opera è di Pietro Prassi
Cremonese.

Di contro dalla banda del Vangelo in
altro Quadro viene rappresentato il Santo
sopra di un palco in atto di predicare, e
nell’ atto stesso, che opera il miracolo, di so-
spendere in aria un lavoratore da muri, che
precipita da un’ alta fabbrica. Ella è opera
di un carattere focoso del Carloni.

Questi ultimi tre Quadri non sono regi-
strati nel Distinto Rapporto.

L’ ultima Cappella, che segue, dedicata
al SSmo Nome di Gesù dimostra un Quadro
all’ Altare con sopra la Circoncisione di N. S.,
disegnato e dipinto con forza, e vivacità di
colori, del ridetto Cavalier Malosso . Questa
Cappella ne’ tempi scorsi era la piccola Chie-
sa di S. Martino, come abbiamo di sopra
avvertito . Conservasi però tuttavia la me-
moria con un picciol Quadro con sopra il
Santo a cavallo, che taglia un pezzo del
suo manto per darlo ad nn pezzente ignudo
da coprirsi, appeso al di fuori tra V una, e
1’ altra di queste due Cappelle.

In capo all’ angolo del muro, che piega
verso la porta delle Beccarie Vecchie, ed in
faccia alla Cappella di S. Tommaso d* Acqui-
loading ...