Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 69
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0075
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0075
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
69

Ss. Egidio ed Omohono

dì dentro della Cappella.

L’ ultimo di questi Altari rappresenta
la Vergine tra le nubi, S. Antonio da Pa-
dova, e S. Carlo al basso, opera d’ incerto,
ma che ha il suo buono, a riserva del qua-
dro del Massarotti, gli altri tre non hanno
avuto T onore d’ essere menzionati nel Di-
stinto Rapporto.

Nella Cappella sfondata dell’ Aitar mag-
giore vedesi un Quadro dipinto a olio in te-
la rappresentante S. Omobono genussesso da-
vanti al Santismo Sacramento contornato di
Cherubini, che sta colle braccia stese in atto
di parlare a più persone, che lo stanno in
diversi atteggiamenti ammirando , ed uno
storpio vicino al Santo. Opera da tutti as-
serita del Cavalier Malorso, quantunque una
delle suddette figure sembri del tutto Cor-
reggiesca. Al di sotto del Quadro leggesi:

ANTIQVAS HVIVS ICONIS CORONAS
QVAS OLIM

AD CVLTVM D. HOMOBONI
PRAEFECTI CONSORTES POSVERVNT
VETVSTATE ANNORVM CLX.

IAM COLLABENTES
REFICr ET IN VENVSTIOREM
HANC FORMAM REDIGI CVRARVNT
HODIERNI PRAEFECTI
ANNO MDCCXLI,

Passato 1’ Altare di S. Omobono e la
loading ...