Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 70
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0076
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0076
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
70

Ss. Egidio ed Omohono

piccola laterale porta rimane a vedersi 1* Al-
tare con Quadro rappresentante la B. V. An-
nunziata dall’ Arcangelo Gabriele, di Bernar-
dino Campi, con sotto il nome, e I* anno
Bernardini Campi pinxit 1572.

Resta ora ad ammirarsi tanto 1* archi-
tettonica opera del rinomato Gio: Battista
Xaist, quanto tutto il figurato entro la me-
desima e nella volta, dell’ esimio nostro Ca-
valier Borroni.

Cosicché principiando dalla Cupola, in
cui vedesi S. Omobono portato in gloria da
moltissimi Angioli, sendovi in alto la vedu-
ta del Paradiso, coll’ augustissima Triade ,
con quantità d* Angioli forniti di varj stro-
nsienti .

Al di sotto poi nell’ ottangolo distribui-
to in quattro fenestroni, e quattro Quadri
contornati di soda architettura, nel primo
al di sopra dell’ Aitar maggiore vedesi effi-
giato il Santo spirante innanzi al Crocifìsso
sotenuto dagli Angioli.

Nell’ altro viene rappresentato il Santo,
che porta da bere ai suoi Lavoranti di cam-
pagna , ed avendo dispensato per istrada
tutto il vino a poverelli , riempiti i vasi
d’ acqua , miracolosamente la converte in
vino squisito.

Nel terzo di contro lo stesso Santo ,
che distribuisce il pane a poveri, che in
loading ...