Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 71
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0077
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0077
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
7*

Ss. Egidio cd Qmobono

vece dì scemarsi, va sempre più moltipli-
cando nelle di Lui mani.

Nel quarto, ed ultimo si scorge il San-
to in una Bottega ripiena di varie merci,
che sta in atto di vestire un povero ignudo.

In otto cartelli vi sono dipinte dallo
stesso Borroni otto Virtù, e così li due An-
gioli a fianco dell' Ancona dell' Aitar mag-
giore , avente 1’ uno la Mitra, 1’ altro il
Pastorale.

Portandosi poscia nella Nave maggiore
subito fuori delle due colonne, che sostengo»
no la Cupola, veggonsi in varj scomparti al
di sopra del cornicione sino nella porta gran-
de dipinti dallo stesso molti altri fatti stori-
ci del medesimo Santo, quali si lasciano per
brevità al giudizio dei virtuosi Intelligenti.

S. MARGARITA

3NJ e* scorsi secoli questa Chiesa era Par-
rocchia fuori di Città sotto il titolo di S.
Pelagia, alla quale furono uniti colle loro
rendite i due Monasteri uno di Canonici
Lateranensi, e l’altro delle Canonichesse sot-
to la regola di S. Agostino, per la quale
unione questa Chiesa acquistò il titolo di
Priorato .

Del Priorato di questa Chiesa, sendone
loading ...