Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 77
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0083
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0083
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Ss. Donnino e Carlo

77

Nel contorno dell' Ancona della B. V.
di Caravaggio vi sono molte tavolette espri-
menti i miracoli della B. V., del Massarotti.

Così pure nel contorno dell’ Ancona di
S. Carlo sonovi altre tavolette rappresentan-
ti pure la vita di S. Carlo, di Luigi Mirado-
ri, fuori di uno che è di Giacomo Mìradori
detto il Genove si no.

SS. ANNUNZIATA

D, co„„ * 0,e„,

sando la strada vi è la piccola Chiesa este*
riore del Monistero delle Monache Latera-
nensi, che ebbe la sua origine e fondazione
sino dall’ anno 1494. alli 29. d' Aprile, al
riferire di Pellegrino Merula nel Santuario di
Cremona pag. 92.

Nell’ ingresso di questa a mano dritta
evvi un Altare, su di cui in tavola di le-
gno sta dipinto il S. Martire Sebastiano ignu-
do legato ad un albero , opera degnissima
del gran Giorgione da Castel franco, per la
gran forza del colorito , e per la perfetta
anotomia intesa a maravaglia . Per togliersi
da tutti gli impegni le Monache lo hanno
fatto ritirare, nè si sa, dove sia stato riposto.

Il Quadro dell’ Aitar maggiore è di Uber-
to Lalonge detto il Fiammingo, come pure
loading ...