Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 80
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0086
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0086
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Monica

io

poche Figure, che somministra il Battesimo
a S. Agostino. In alto poscia in bella gloria
ravvisasi la B. V. col Bambino. Basta dire
soltanto eh’ ella è una delle più insigni ope-
re sortite dal pennello di Giulio Cesare Pro-
caccino Bolognese.

Eravi ancora ne* scorsi tempi dalla ban-
da dell’ Epistola sopra 1* Altare un Quadro
di maniera antica assai buono, che esprime-
va la Vergine nel mezzo col Bambino fra
le braccia,S. Gio: Evangelista da una parte,
e dall’ altra S. Agostino, giudicato da Fran-
cesco Monti Pittor Bolognese del Francia pu-
re Pittor Bolognese. Ora tal Quadro per es-
sere stato ritirato entro il Monastero, viene
tolto alla vista comune.

Degna di ammirazione egli è pure la
Statua del S. Angelo Custode, che sta riposto
in nicchia sopra 1* Altare a mano sinistra
subito dentro della porta, per essere anche
questa una ben’ intesa scoltura dello stesso
Procaccino.

S. APPOLLINARE

C

V^hiesa Parrocchiale; questa fino dall’ an-
no 1271. esisteva fuori delle mura della Cit-
tà, sendo poscia stata demolita dalle guerre
fu nel 1451. eretta in Città, al riferire del
loading ...