Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 90
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0096
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0096
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Luca



in figura d* ortolano. Sull* altra lo stesso ri-
sorto Salvatore apparso alli due Discepoli, che
andavano in Emaus

Nella Cupola dipinti a fresco si ammi-
rano moltissimi Angioli, che festeggiano il ri-
sorgimento del Redentore, portanti in Cielo
la Croce, e più, alto una gloria di moltissimi
altri Angioli.

In fondo della Cupola veggonsi seduti
i quattro Profeti con motti allusivi alla Pas-
sione del Salvatore, e le quattro Sibille con
tavole in mano espirimenti i loro oracoli in-
torno la stessa Passione,

Questa piccola Chiesuola può veramente
chiamarsi una perfètta Galleria tutta dipinta
dall’ esimio nostro Concittadino e Cavaliere
Ciò: Battista Trotti detto il Malo uso.

Merita osservazione la porta di marmo
dell' Eccma Casa Rossi di S. Secondo in poca
distanza di detta Chiesa, per i bassi rilievi
di un singolare scarpello, e lavorata a fregi,
ed ornati sul gusto di Rasaello»

Ss. QUIRICO £ GIULITÀ

(Chiesa di Monache Benedettine state sop-
presse li io. Aprile 1785., essendovi stato
sostituito all* annesso Monastero 1* Orfanotrof-
fìo delle Orfane. La fondazione di questa
Chiesa seguì nell* anno 1584. alli io. di Gen-
loading ...