Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 94
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0100
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0100
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
94 $/. Giacomo e Vincenzo

La Chiesa è divisa in tre Navi, nella
prima delle quali entrando a mano destra vi
si vedeva 1* Altare con Quadro, su di cui
vi era effigiata la B. V. assisa sulle nubi col
Bambino in braccio, da un canto S. Paolo,
e dall* altro S. Girolamo in atto di percuo-
tersi con un sasso, ed un Angelo colla trom-
ba all’ orecchio di S. Girolamo. Opera assai
lodevole di Carlo Preda Milanese. E5 stato
levato via , dopo che. i PP. Barnabiti sono
passati a S. Pietro.

Il Quadro sópra il seguente Altare de-
dicato a S. Antonio da Padova, che esiste
in tavola di legno dipinta, vedevisi la B. V.
seduta su d’ uno scanno col Bambino in brac-
cio, S, Vincenzo Martire, e S. Antonio in
piedi. L* artefice si è Boccaccio Baccaccino,
che lo eseguì di maniera Peruginesca 1' anno
i$i8. Tanto le arcate dipinte a fresco d’ar-
chitettura , quanto il di sotto insù a questo
Altare sono di Giuseppe Natali.

Lateralmente all’Aitar maggiore nel fon-,
do di questa Nave esiste la Cappella con
Altare, ed Ancona di marmo, entro la qua-
le vi è il Quadro del B. Alessandro Sauli,
che genuflesso in atto supplichevole verso
1* Apostolo S. Paolo in alto tra le nubi
sembra che parli, con sotto un gruppo di
alcuni Angioletti, che scherzano col Pastorale
del S. Vescovo. Il disegno, e la forza del
loading ...