Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 97
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0103
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0103
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
97

S. Agata

ALEXANDRO MAX. VI. PONTIFICE

DIVOQ. LVD. MARIAE ANGLO MEDIOL»

DVCE

PRINCIPATVM OBTINENTIBVS ET
VOLVENTIBVS ANNIS DOMINI
MGCGCLXXXXV. ID. SEPT.

R. D. ANTONIVS DE ARCHIDIACONIS
HVIVS LOCI PRAEPOSITVS
ECCLESIAM HANG A FVNDAMENTIS
ABSOLVIT.

Il Murala nel Santuario pag. 30. riferisce
questa riedificazione all’ anno 1496., concor-
dando nel resto colla registrata memoria. Go-
de questa Chiesa il privilegio della Mitra
con Collegiata , oltre V essere immediata-
mente soggetta alla S. Sede.

Di cinque Navi ella è composta. En-
trando per la porta piccola a mano destra
nella prima Nave si vede un assai bel Qua-
dro alP Altare di S. Sebastiano, su cui è
atteggiato il S. Martire ignudo legato ad un
albero , colle saette confitte nel corpo, ope-
ra ragguardevole del rinomato Gerovam Gat-
ti detto il Sojaro del 1574.

Vicino a quest’ Altare vi è quello della
B. V. Annunziata dall* Arcangelo Gabriello,
opera, che dà nel grande di Andrea Scutel-
lari del 1588.

Non è spreggevole il Quadro sopra Al-
tare, su di cui vi è dipinto Gesù Cristo Cro-
cifisso, la B. V. da un lato, e dall’ altro

%
loading ...