Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 108
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0114
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0114
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
io8 57. Giacomo in Breda ed Agostino

nel Distinto Rapporto.

Siccome questo Altare fu eretto dalla
beneficenza di Francesco Sforza, e di Bian-
ca Maria di lui Moglie, che ambidue si veg-
gono dipinti a fresco dall' una banda, e dall'
altra sul muro al di fuori genuflessi in atto
di adorazione. Così egli è ben giusto che
qui si registri eziandio la Memoria, che for-
se ne’ passati tempi esisteva a questo Altare,
conservataci però nel Codice MS. Picenardiano
ora Bonetti, come si è detto di sopra, nella
qual Memoria leggevasi:

ILLVSTRISSIMORVM METROPOLITANAE
VRBIS AC LIGVRrAE DVCVM
FRANCISCI SFORTIAE ET BLANCAE
MARIAE VICECOMITVM MV
NIFICENTIA ET MVNERIBVS
AVREIS IN DIE COMMEMORATIO
NIS DIVOR._GRISANTI ET DARIAE
ANNVATI OBLATIS PIISSIMA

DEVOTIOE CELEBRATI ET CONTRACTI
EA DIE MATRIMONII ASSVP
TIQVE IVRE DOTALI ET FELI_

CITER ADDITI CIVITATIS HVIS
DOMINII MEMORI AM P.

ANNO MCCCCXXXXI.

INCOHATVM. ANNO VERO
MCCCCLXVIII. PRIDIE
KLEN NOVEMBRIS PERFECTV
OPVS

Il Quadro dell’ altro a questo vicino in
loading ...