Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 110
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0116
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0116
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
i io Ss.Giacomo in Breda cd Agostino

Sotto di questo da un lato della detta
porta evvi un Quadro sul legno di maniera
antica, ma però di buon disegno, ed impa-
sto con sopra in vago paese la B. V., che
tiene sulle braccia il Bambino Gesù, sotto
scrittovi il nome di Gio: Battista TLuppelli
Cremonese.

All’ Aitar maggiore in fondo al Coro
entro 1’ Ancona di legno sordorata havvi il
Quadro, su di cui vedesi espresso il Salvatore
sotto un torchio, con al di sotto S. Agosti-
no, ed altri Santi, che stanno raccogliendo
ne’ Calici il di lui prezioso Sangue, che gli
scaturisce dalle ferite. Opera di buona ma-
niera , e ben eseguita da Andrea Mai nardi
detto il Chiaveghino.

I due Quadroni laterali all* Aitar mag-
giore , rappresenta quello dalla banda dell7
Epistola un istoriato, di cui non se ne è
potuto ricavare la precisa notizia. L' altro
dalla banda del Vangelo S. Agostino, che sta
meditando il mistero della SSma Trinità in
spazioso, e vago paese, opere del Massarotti
non finite.

Prima di sortire da questo magnifico
Tempio, egli è ben di dovere che si ammi-
rino eziandio tutte le Statue di stucco sopra
sue mesole di dodici Patriarchi e Profeti,
che ornano tutta la Nave maggiore, come
altresì tutte quelle, che sono collocate nelle
loading ...