Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 113
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0119
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0119
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Giovanni Nuovo 113

Longe avesse terminati forsi i suoi giorni,
prima di dar mano ali’ opera. L’ Abbozzo a
olio sopra gran tela da molti anni a questa
parte è in potere dell’ Autore di quest* Ope-
ra . Rappresenta questo una gran gloria, en-
tro la quale vedesi il Padre Eterno , ed a
destra il suo Divin Figliuolo Gesù Cristo,
ài di' sotto una Femmina tutta vestita di
bianco, che tiene in mano 1* Eucaristico Sa-
cramento , e si vuole questa sia S. Scolastica ;
a destra di questa S^Gio: Battista in atto d’
adorare T Eucaristico Pane, con una ammi-
rabile espressione d' intenso amore, che ra-
pisce. Tutte queste figure posano sopra gran
nubi con sotto una quantità d’ Angioli, che
le sostengono in azioni assai belle, e di gran
forza, e vivacità, oltre una moltitudine d*
altri Angioli, e Cherubini, che riempiono
tutto il rimanente del campo. Al di sotto
poi di tutta questa gran macchina nuvolosa
vedesi Mosè pieno di stupore appoggiato sopra
d‘ un fianco colla testa rivolta all’ insù, che
sta ammirando anch’ egli il sacro Mistero,
tenendo nella destra le Tavole della Legge
Mosaica. Chi 1* avesse potuta vedere quest*
opera di mano dell* Autore in grande, oh
quanto sarebbe maggiormente stata ammira-
ta . Molti Intendenti, e Professori la chia-
mano uno sforzo d' ingegno, ed ima magìa.

h
loading ...