Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 115
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0121
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0121
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S, Elette

n$

A mano diritta subito dentro della por*
ta grande il Quadro sopra 1* Altare rappre-
senta lo Sposalizio di M. V. con S. Giusep-
pe ed il Sacerdote trammezzo di essi, tutte
Figure in piedi, che tirano al grande. Sem-
bra della scuola d’ alcuno dei nostri Campi*
Dietro a questo ne viene 1* altro Altare
con Quadro esprimente la B. V. Annunziata
dall’ Arcangelo, anche queste Figure gran-
deggiano sulla maniera del Malosso,

Il terzo Altare con Quadro rappresen-
tante una notte illuminata dal neonato Sal-
vatore nel Presepio con la B. V., S. Giusep-
pe , e varj Pastori. Copia ben eseguita da
un bravo allievo del suddetto Malosso, se
pure non è del medesimo.

Di contro a questo dalla banda del Van-
gelo spiccano in bel Quadro sopra 1’ Altare
due Discepoli, che seguono il Salvatore, es-
presso di buona maniera da Europa Angui stola
sorella della celebre Sosonisba discepola di
Bernardino Campi. Il Merula nel citare que-
sto Quadro si è ingannato, dicendolo di So-
sonisba scolara di Bernardino Sojaro.

In altra Cappella con Altare vi è il Qua-
dro con la B. V. seduta su le nubi , aven-
i te il Bambino in collo, al di sotto due San-
ti , cioè Giacomo Apostolo, e Giacinto Do-
menicano . Questa dipintura è di Gerovajìo
Gatti detto il Sojaro dell’ anno 1604.
loading ...