Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 117
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0123
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0123
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Mattia 117

Francesco Boccaccino, non registrata nel Di-
stinto Rapporto.

All’ Aitar maggiore mirasi dipinto sul
legno, che rappresenta un vago paese con
la B. V. genussessa in atto di adorare il suo
Divin Infante coricato sul suolo. Da una
parte S. Mattia Apostolo, che presenta a Gesù
Bambino una figura vestita all* antica ; dall’
altra parte S. Antonio da Padova, e S. Alberto
da Villa d’ Ogna; al di sopra in bella gloria
alcuni Angioli festeggi anti . Comunemente
questa Pala viene giudicata di Altobello Melone.
Del pocanzi detto Francesco Boccaccino sono
pure i due Quadri laterali appesi nel Presbi-
terio , lasciati .fuori dall’ Autore del Distinto
Rapporto.

Rivolgendosi all* altra Nave piccola te-
nendo la destra, e passato 1* Altare di S. Al-
berto, sotto del quale conservasi la sacra sua
Spoglia, vi è 1'Altare con Quadro, su di
cui dassi a vedere il morto Salvatore soste-
nuto sotto le braccia da due Angioli, nel
mezzo un poco all* indietro la Vergine Ad-
dolorata, con le Marie da una parte, e Giu-
seppe d’ Arin^atea dall’ altra , Figure tutte
ben disposte, è situate di Vìncendo Campi.

S. VITTORE

\

XjLltre volte Parrocchia, ora sussidiaria del-
loading ...