Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 123
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0129
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0129
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Ss. Vito y e Modesto

vedesi la B, V. con il Bambino traile brac-
cia . Questa dipintura non è mancante di
buon disegno, nè di espressione, ed è viva-
cissima nel colorito. 1/ Autore è incerto.

Esisteva questa Parrocchia! Chiesa sino
dall’ anno 1567. in potere di Gio: Pietro
Glussiano Milanese Commendatore dell' Or-
dine di S. Benedetto di Milano, della quale
poscia nell’ anno suddetto ne fece rinunzia
co’ suoi copiosi redditi alli PP. Domenicani,
che in oggi ancora la governano» 1

Di contro al sopra descritto Altare ev?
vi quello di S. Rosa dipinta in Quadro, che
tiene in grembo il Bambino Gesù,, a destra
una Femmina lattante un fanciullo, ed a
sinistra un’ altra Figura ambedue in ginoc-
chio, tutte al naturale con due Angioli so-
pra la Santa in atto di incoronarla. L* Au-
tore del Distìnto Rapporto 1* ha dimenticato.

All’ Aitar maggiore vi ha un Quadro
con sopra S. Vito posto ignudo in una cal-
daja d’ acqua bollente, che colle mani giunte
rivolte al Cielo soffre costantemente il mar-
tirio alla presenza del Tiranno, ed altri astan-
ti, coi Manigoldi, che sotto alla caldaja fan-
no fuoco.

S. FILIPPO NERI

JVIonsignor Tommaso Yidoni Arcivescovo
loading ...