Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 125
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0131
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0131
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
I25

Filippo Neri

evvi una gran medaglia, con sopra dipintovi
S. Filippo portato in gloria, del rinomato An-
gelo Massarotti *

Isella vaga Chiesuola di questo Gimiterio,
detto comunemente il Foppone, da pochi an-
ni stato edificato dalla pietà, ed elemosine
di molti Benefattori , all' Aitar maggiore in
fondo al Coro vi è il Quadro appeso al muro,
su di cui stavvi espressa la B. V. Addolorata,
che sostiene sulle ginocchia il morto Reden-
tore Gesù, le Marie dintorno, e Giuseppe
d’ Arimatea, opra di Vincenzo Campì, che dà
nel grande. Questo Quadro esisteva prima
nell* Infermeria delle piaghe dello Spedai
maggiore»

A mano destra, cioè dalla Sbanda dell1
Epistola sopra altro Altare vi è un Quadro,
su di cui rappresentasi il Salvatore, che ri-
dona la vista al cieco nato, con altre figure.
Opra rara di Pietro Martire Negri, non avend’
egli lasciata alcun' altra maggiore di lui me-
moria, quantunque Cremonese in questa sua
Patria, per essere sempre vissuto, e morto
; in Roma.

Dalla semplice Chiesuola sotto il titolo
di S. Faccio, con Confraternita denominata
di S* Eusebio stata soppressa, fu trasferito,

FOPPONE
loading ...