Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 127
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0133
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0133
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Abbondio itj

ci si offre F Altare con Quadro rappresentante
il Salvatore deposto dalla Croce, sostenuto
sulle ginocchia dell’ Addolorata Vergin Ma-
dre. Opra del riferito Cavalier Malosso.

In faccia a questo su d1 altro Altare vi
è il Quadro esprimente il martirio di S.
Appollonia con molte figure, di Giacopo Pal-
ma il giovane.

Vi sono in seguito due Altari con An°
cona uno di contro all* altro , quello cioè
dalla banda dell’ Epistola dell0 Aitar maggio-
re contiene la Statua di S. Andrea Avellino
in abito Sacerdotale , e quello dalla banda del
Vangelo la Statua di S. Gaetano in cotta,
e stola ambedue colle braccia aperte. Que-
ste due Sculture sono state dal bravo Arte-
fice caratteristicamente lavorate.

Ciascuna delle dette Cappelle è tram-
mezzata da due colonne di cotto, e dentro
di esse vi si veggono dieci Statue al natura-
le di stucco rappresentanti Ss. Dottori , e
Profeti, coi loro rispettivi motti, di singo-
lare plastica maestrìa.

In fondo al Coro ammirasi il Quadro
del? Aitar maggiore, su di cui vi è effigia-
to S. Abbondio in abito Pontificale , che
sta orando nanti là B. V. sopra un finto
Altare entro una Chiesa, ed un poco indie-
tro una Femmina genuflessa in atto suppli-
chevole, con un Pargoletto disteso sui gra-
loading ...