Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 129
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0135
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0135
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
H9

Ss. Na^avo, e Celso

questo vi b Y Altare con Quadro rappresen-
tante il S. Angelo Custode ; sembra della
prima maniera del Massarotti, non però de-
scritto nel Distinto Rapporto.

Il Coro della Cappella sfondata dell*
Aitar maggiore è dipinto di vaga architet-
tura da Giuseppe Natali. Il Quadro del sud-
detto Altare dimostra la B. V". in alto col
Bambino , al di sotto due Figure di Soldati
vestiti all* antica, e due Putti, che scher-
zano con P elmo 5 di Giulio Campi.

Dalla banda del Vangelo del sovra de-
scritto Altare , passando nell* altra piccola
Nave, scorgesi Y Altare del SSmo Crocifisso
in statua di legno, in mezzo al sottoposto
Quadro rappresentante S. Rocco da una par-
te, e dall’ altra S. Fermo, che ha però il
suo merito, benché non curato dall* Autore
del Distinto Rapporto.

Dietro questo ne viene F altro Altare
con Quadro, su di cui vi è espressa la Sac.
Famiglia, S. Girolamo in ginocchio , ed un
ritratto . Quest’ opera è sortita da Antonio
Campi, non già da Giulio, come riferisce il
Baldi micci, siccome può ravvisarsi dal nome,
ed anno 1546. scritto in un viglietto.

Nell’ ultimo Altare vi sta un Quadro
con sopra la Sac. Famiglia, che dà nel gran-
de ^ copia però ben eseguita, tolta dall’ o-

riginale di Angelo Massarotti , che esisteva

/
loading ...