Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 143
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0149
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0149
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
S. Eligio 143

tìtolo di Vicario, sussidiaria alla pocanzi det-
ta Parrocchia della SSsna Trinità. In questa
Chiesuola ragunavansi gli Orefici per trattare
gli affari della loro Università, stata anch*
essa soppressa.

L’ Altare a mano sinistra entrando in
essa rappresenta S. Eligio in abito Vescovile,
che dicesi opera del Malosso.

In grande Ancona all* Aitar maggiore
sonovi riposte in Statua la B. V. detta di
Caravaggio colla B. Giannetta ivi genuflessa.

S. MARIA DEGLI ANGIOLI

Esiste questa piccol Chiesa più abbasso nel-
la stessa Contrada, edificata a spese dei Vi-
cini nell’ anno 1565., come riferisce il più
volte citato Meruìa nel suo Santuario pag. 93.

Non sarà discaro al Leggitore il sapere,
che prima dell’ Edificazione di questa Chie-
suola esisteva una Cappelletta a’ piedi della
Mura in fondo della suddetta Contrada, in
cui veneravasi questa Sacra Immagine. Ella
fu demolita in tempo di Guerra, giusta Y as-
serzione del citato Autore, e secondo la co-
mune tradizione.

Nella prima Chiesuola vi era seppellito
il Canonico Cantore della Cattedrale Anto-
nio BellufH, apparendone da Memoria scol-
pita in marmo nero posta nel muro a ma-
loading ...