Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 144
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0150
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0150
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
144

S. Maria degli Angioli

no sinistra, cioè dalia parte del Vangelo del-
la esistente. Il predetto Canonico nell’ ulti-
ma sua Testamentaria disposizione , tra le
altre cose ordinò, che tutta volta che fosse
stata distrutta la prima Cappella, in cui fu
sepolto, che fosse trasportato il suo Cadave-
re nella Chiesa piu vicina, che fu quella di
S. Maria in Betlemme, come seguì, accom-
pagnato da tutto il Revmo Capitolo della
Cattedrale con solenne pompa. Di più ordi-
nò che riedificandosi questa Chiesuola in
detta Contrada, che nuovamente fosse disot-
terrato , e trasferito in essa colle stesse solen-
nità. Di fatti seguì 1’ ultimo trasporto in
questa edificata, ed ivi le sue ceneri riposano.

S. MARIA IN BETLEMME

r.

V^hiesa antica Parrocchiale di Preti, ora
sussidiaria di S. Clemente.

Dalla banda dell’ Epistola entrando in
Chiesa scorgesi 1* Altare con Quadro rappre-
sentante il Salvatore in alto, che stringe nel-
la mano dei fulmini in atto di scagliarli ,
con la Vergili Madre, il Precursore S. Gio-
vanni, ed il Serafico S. Francesco suppliche-
voli, ed al basso varj Putti con simboli del-
la Passione, di Gerovario Gatti.

Nel così detto Palo, che copre quest’
Altare davanti; lo stesso Artefice sopra legno
loading ...