Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 146
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0152
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0152
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
i46 S‘ Clemente

maniera si vuole del nostro Boccaccino Boc-
caccio .

Volgendosi dalla banda dell’ Epistola pas-
sato T Altare di S. Maddalena, e la Cappel-
la della Madonna vi è 1* Altare con Quadro
esprimente S. Filippo Neri vestito da Sacer-
dote genussesso nanti la B. V. col Bambino
in alto, simile a quello che si è veduto in
S. Michel Vecchio , ed in S. Giorgio, benché
non descritto nel Distinto Rapporto .

Vicino alla porta, che mette nel Cimi-
tero, havvi T Altare con Quadro rappresen-
tante la Vergine col Bambino in atto di ri-
congiungere la mano recisa dagli Eretici a
S. Giovanni Damasceno ivi genussesso, del
pocanzi nominato Genovese Miradori.

I palchi dell' Organo, dell’Orchestra,
ed il Pulpito sono forniti in diversi scompar-
tì di alcune piccole palette dipinte dal sud-
detto Miradori.

S. IMERIO

Sussidiaria a S. Clemente

(Chiesa uffiziata dai PP. Carmelitani Scal-
zi . Ebbe questa la sua origine, e fondazione
nel 1606. alli tre di Luglio, come riferisce
il Merula pag. 283. appoggiato ad una Me-
moria ivi registrata, in cui leggasi:
loading ...