Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 157
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0163
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0163
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
$. Pietro al Pò

*57

do la Carità del Prossimo; nel terzo la Fe-
de nel quarto la Temperanza; e nel quinto,
ed ultimo la Fortezza, tutte le suddette cin-
que virtù hanno i loro allusivi simboli . Il
Quadro solo della Fede vien giudicato del
Cavalier Ma tosso, gli altri quattro sono d’Au-
tori incerti, ma assai bene intesi.

La Cupola maestosamente dipinta rap-
presenta il Giudizio Universale; scorgesi da
una parte 1’ Inserno espresso tra denso fumo
e fosche vampe di fuoco , con i Demonj,
che strascinano i dannati al finale tremendo
giudizio. Dall’altra campeggiano gli Angioli,
che cavan fuori dal Purgatorio le Anime
per condurle al Paradiso, che spicca in una
grande apertura di nubi, entro la quale vi
è il Divin Giudice unitamente al Coro de'
Santi in gloria , e gran numero d’ Angioli,
molti de* quali più al basso dan fiato alle
trombe per svegliare i morti, oltre una mol-
titudine d’ altre Figure in tutto il contorno
al di sopra del Cornicione . Ella è opera sin-
golarissima del celebre Pittor Fiorentino Gior-
gio Lamberti, che la dipinse come sta scritto
nel 1607.

Del medesimo Lamberti sono pure i
quattro Pennacchj, rappresentanti quattro Si-
bille, con scherzi di Putti, e i due Archi es-
teriormente laterali al Presbiterio, compresi
^nche i Quadri a fresco esprimenti varj Isto-
loading ...