Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 169
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0175
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0175
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Ss. Apostoli

169

nostra Chiesa.

Il Quadro dell’ Aitar maggiore rappre-
senta il Salvatore risorto in mezzo agli Apo-
scoli, con S. Tommaso genussesso, che pone
il dito nel di lui Costato. E’ opera delle
buone di Bernardino Campi.

La portina del Tabernacolo ella è una
assai bella miniatura del nostro Padre Cane-
li Cappuccino.

S. SEBASTIANO

T

X n questa Chiesa Parrocchiale di Preti spie*
ca all5 Aitar maggiore il Quadro sul legno
esprimente la B. V. seduta sopra uno sca-
beilo con il Bambino sulle ginocchia, da un
canto S. Sebastiano legato ignudo ad un al-
bero , dall’ altro S. Rocco, opera di Galea^o
Campi, come appare dal nome sotto la Fi-
gura della B. V.

S. MARIA DEL CAMPO

C

hiesa semplice di ragione del Revmo
Capitolo della Cattedrale poco distante da
S. Sigismondo. Questa Chiesa, quantunque
non di gran mole, non ostante comprende
quattro Quadri sopra altrettanti Altari, di
un gustoso, e raffinato dipinto da altrettanti
nostri eccellenti Professori .
loading ...