Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 182
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0188
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0188
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
18 z S. Sigismondo

Per finirla ; non v* ha un palmo di mu-
ro, che non sia pienamente ornato di Fem-
minette poste negli angoli a chiaro oscuro,
di Putti intrecciati ad un festone, che tutto
circonda la detta Navata, parte de1 quali
stanno pel lungo d’ una proporzione assai
svelta, e parte ranicchiati in varj scorcj,
Tutta quest3 opera con ammirabile magistero
formata, e condotta è di Bernardino Campi,
a riserva del fregio de’ Putti, che circonda
la Chiesa, che è di Bernardino Gatti detto
il Sojaro.

Nel restante della volta, che viene ad
appoggiarsi sul Cornicione, cioè ne’ peduzzi
posti sopra le colonne, che formano come
varj triangoli tra 1’ una, e 1* altra finestra,
si veggono sopra mesole seduti varj Profeti
di gigantesca statura, con Putti,che vi scher-
zano d’ intorno parte in piedi con libri, e
parte con svolazzi di molte sorti. Per fino
gli triangoli sopra le finestre tonde sono
ornati di Arpiette , e Puttini in fondo d’
oro, con fogliami a colori, fra quali vanno
scherzando.

Prima di uscir fuora da questo Mona-
stero, fa duopo trasferirsi nell’Appartamento
superiore detto delia Foresteria, per ivi osser-
vare da cento e più altre insigni Pitture,
che in ben distribuite Camere vi stanno ap-
pese .
loading ...