Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 190
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0196
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0196
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Particolari Gallerie

190

tenue di piccoli Quadri di varj insigni Pittori.

Li Sigg. Dott. Medico Fisico Giuseppe,
e Fratelli Sonsis, oltre una quantità di Pit-
ture , e di Disegni, hanno un gran Museo
di Minerali , Testacei , Crostacei , Lucerne,
Idoli, Medaglie d* argento, e di metallo. Va-
si etruschi , e molte altre rarità spettanti
alla Storia naturale, e alla Fisica sperimen-
tale, con Istromenti di Chirurgia, d’ Ottica,
e di Matematica, e quello che è più am-
mirabile, si è il gran complesso dei Volatili
d’ ogni specie sì ben conservati, che sorpren-
dono 1’ occhio curioso di tutti, ed anche di
gran Personaggi, che da lungi si portano per
venirli ad ammirare. Dovendosi aggiungere
la rarità di Pitture d’eccellenti pennelli Cre-
monesi , lavorate a fresco, state originalmen-
te levate da’ muri, e portate in tela.

La Nob. Casa Schinchinelli ha essa pu-
se una ben formata Galleria di scelte Pitture.

Così la Nob. Casa Trecciai, se non aves-
se altro che il grande Schizzo compito della
B. V. Assunta , il di cui Originale è nel
fondo del Coro della Cattedrale, non finito
di Bernardino Gatti detto il Sojaro, bastereb-
be per attrarre gl* Intelligenti.

Il Sig. Canonico della Collegiata di S.
Àgata Don Pietro Rolla conserva aneli’ egli
una quantità di buone Pitture , oltre un
Crocifisso di Giacomo Berte si.
loading ...