Aglio, Giuseppe
Le pitture e le sculture della città di Cremona — Cremona, 1794 [Cicognara Nr. 4191]

Seite: 191
DOI Seite: 10.11588/diglit.26536#0197
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/aglio1794/0197
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
Particolari Gallerie

191

Molti assai buoni Quadri ritrovansi pres-
so T Illmo, e Revmo Monsignor Omobono
Oflredi nostro Vescovo nella Casa Paterna.

Sto per dire, che quasi tutte le Case,
sì dei Nobili, che dei Privati, hanno dei
pezzi buoni in questa materia, giacché è sta"
to sempre proprio di questa Città il genio
per la Pittura.

CELEBRI PITTORI CREMONESI

Sinora non conosciuti, le opere dei quali
si trovano presso alcuni Particolari

£/ arubelli Pietro Antonio Cremonese . Di
questo Pittore vi è un Quadro di mezzana
grandezza presso degli Eredi del fu Rev.
Sacerdote D. Andrea Asti Vicario di S. Ele-
na, su di cui vi è dipinta tutta la Famiglia
della Nob. Casa Goldoni in diversi abiti, ed
attitudini. Sembra questa al di lui carattere
del Cavalier Malossoy tanto rassomiglia nel-
le fisonomiche espressioni , nel disegno , e
nella graziosita del colorire. Evvi scritto Pe~
trus Antonius Caruhellus Cremonensis saciebat
die 3. Qcìobris 1603.

Lamio Stefano Cremonese ha dipinti due
gran Quadri, 1* uno de’ quali vi ha figurato
il Martirio di S. Sebastiano, sull* altro quel-
lo di S. Orsola, con molte Figure, e scrittovi
Sebastianus Lamius Cremon, pingebat 1655-
loading ...