Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 7
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0034
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO I. 7

De la regione del ciclo,ouero aria, del Sole e uenti, che
l'dria etìandio uariano. Cip. 3.

r> Tudiarono gli antichi dhauere la regione, si come
'. j da ogni cosa noiofa libera,così,quanto era loropos-
sibih d'ogni commodo pìena.zjpccialmentc che no ha-. Habitijì
uessero grieue aria e perlifera consammo jludiosinge- in pura
gnauano, con prudente in nero, & quante dire fi può, aria,
necefjario consiglio.Quando che non negauano la terra.
V l'acqua mtjofa poter si con arte & ingegno purgare.
•Md laria con niuna indujlriacon niunosapcre humano
poterfì emendare affermano.Et in uco laria che Jpiria
nto,tàl quale la ulta nofìra mirabilmente uiene nodrita
O1 conscruata,debbe ejscrpurifima.Be trouajì alcuno,
che quanto diuigore habbia il cielo d generare d prodi*
re0d nodrire,ey d consemare le cose nonsappia.Qjtdn*
to conoscerai esser di più alto ingegno quelli,che n pura
aria uiuono, che chi ne l humido esodo fiflanno ] onde
crcdejì ejscrc auuenuto che Atheniejì di migliore, e più Athcme
acuto ingegno che Thebam sussero . Vcggiamo il cielo, fi de The
cioè l'aria per la ttarieù de luoghi e del jìto ejserediffe bani più
rente da l altronde le quali uarietd parte conosciamo le acuti,
causeparte dd ld natura nafcodc.ci fono occulte. Par-
Uamo prima de le manifcftc, ey apprejso de le nascofle
dirafi,acciò che potiamo eleggere commodi finta regio*
ne,et uiueruisdni.Chidmaronogli antichi thcologi l'aria
Valladcjaqualcsccodo Uomcro e Dca,e Claucopi chiù
*tafì,chc è pura e lucidisinta aria. Gli è manifefta cosa
quell'aria essersalutifera , che è molto purgata epura, Q^dljia
W <ì gli occhi no rcsiste,che è lucida e leggiera, e d'una puraana

maniera,
loading ...