Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 19a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0059
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D 8 L A R C H ITE T T V R A

De lecolonne e murice di ciò che àie colon
mappartienf,. Qap. io.

C Bgue lord che deh mura.- bricuemente si parli. Md

v3 non uoglio- tacere dì queUo,che ne gli antichiho no

tato,che elUsommamentt•si guardarono di non tirare al

cuna linea di fuori cofi al drittone con alcuna torta li

, nca non.singegnajsono interromperla,^ anche con aU

xuni cantoni diliidedd,e la ragione perche ciò faccano è

takahe uolcuano con tali aiuti sare il muro più fermo,

dandogli oue appoggiarjì.V'olendo de la forma de muri

parlare,debbejl da le più degne cose pigliar principio.

.Qycfto luogo adunque ci ammonisce,chc de le colonne,

e di ciò che à quelle appartienjì parliamo, quando che

{ordine de le colonne,altro no è che un muro in pm luo

Checosa gbi aperto. Anzi uolendo disfinire che cpfa ssa colonna,

è coIona. diro quella cjser una ferma e perpetua parte di muro eie

uata da terra per dritto alpiombino,anzisino]à la cima,

per sos enere il coperto. Ne cofa in tutta l'Architettura

trouerai,che per opcra,Jpeft,e grada fi possa a le colon*

ne preporre. Sono le coione ucramete tra sé difmhli.Noi

qui la similitudine,che ingenerale mafimametne conuie*

si narreremo,ma la difscrenrìa,chc è ne le ssecie, altroue

nel fuo luogo dirasii. E per. cominciare,per cosi dire, M

le radici,che fono àie colane il fondarne to.Fatti ne Vara

i fondamenti uguali,hebkero per coftumefopraedisicarui

un muretto che noi picchia ara,altrt guanciale chiama*

no.Sopra il muretto la base scrmauano, fopraponmdout

la colonna.sopra laqiule collocavano il capitello. Et era

quella la loro forma3che ogni colonna di sotto al mezzo

suse
loading ...