Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 26
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0072
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
h i b r p ir*

z6

casa si}\irano pozzi b acqucdutti, ouero qualche acqua
ò hurnore bagnerajuifa messicro chesiano apcrture^ac
cloche rientri l'arìa,che gli humidi uapori del pauimen
to secchi,& il imito sojsiàdo gli cacci, Uabbiamojìriad
horade i lineamenti, de gli edisicij, che a tutta l'opera
s'appartegono brieueméte detto notando di ciaseuna co
sasiche ha$i & parlare la generatione.Uora de l'opera,
e de lasabrica de gli edisieij habbtamo à trattarle pri-
ma de la materia, e di quelle cojècheadl appreftare la.
materia sono bisogneuoli.

IL .S.ECON DO LI BRO

DI LEON BATTISTA DE GLI

A L B E R T 1 F I O R E N T I N O

deTArchitctturd,oue de la ma-
teria trattajì.

No si débbe seioccamente dir principio ad edificare, md
prima fa mcjìiero quale e di chegràdezz^ debbi efser la
sabrica uolgere co l'animo.Dopoi fatto no solamcnte il
disegno ò la pitturala composto con tauolette ò altra
cosa un modello di tutta l'opera e di ciaseuna -parte le
mìsu-ejo'l cosiglio di cjperti huomini4d>bonsì essamì*
iure,affmechepoifdttal'opcra,no te ne penti. Cap.i.

armi che niunosi debba seioccame*
te porre àspendere ne l'edisicare per
molte ragionile masiimamentc per no
macchiare Ihonore e buona fama. Ver
che (i come l'opera bene condottdytut*
d 2 ti quelli
loading ...