Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 30
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0080
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
.....L I B ti. 0 B li. ■ : S I 3 o

tòse]: Auertiscasì,che non tris'intràniettit cosa sileno ud*>

ga e lodàta,e che tutte le parti mia dignità, e ne la grò.

tia si corrijf ondano in giti fa , che qualunque cofa i(ag-

pugnerai, muterai, ò leuarai da l'opera ,'queilafìapiti-

uitìosa,ebiafì>netiole. Ma di nuouo ammonifcoti, che di

tali cofe la mi sura e lordine per consiglio decerti huo*

tnini u'uogli regolare, pigliando da quelli,che con puro e-

dritto giuditw [appiano il meglio discer nere Ver cheper.

setenza,^ ordini di tali huomtni più tofto, che per par

ticolare desìdedo,ò sentimento siratti concesso,che otti

inesabriche tu po$i sare,onero ile ottime molto simili.

finalmente glie bellifima lode, sé l'opera tua uenga di.

Jperti Architetti commendataceli che assai copiofamen

te la lodano,chi no fanno cose migliorile! che tu ne do-

uenti lieto,quando ogniuno ne l'Architettura tenuto sa*

uio le tue opere commeda. Giona anchora hauer udito al

euni,quado che à le siate auiene,che i mal cjperti di que

fla cofa dicano quello,che da dottiflimi non uicnejprez*

Kato . Ouepoi harrai tutta la ragione de l'edisicio per

eiaseuna parte de i modelli attentamente consìderata, e

comprefa in guifa,che non ui rimanga cosa non bene eoa

stosciuta&T attentamente guardata, e pure hai determi*

nato d'edificare, e sai onde pigliare per edificare il dona,

*o,dpprefca-di le cose à l'opera necessarie,affine che edi

ficando no gli manchi alcuna cofa, che da compire ìopt

*a ti ritardi. E per che à sornire l'opera fa di più cose

°isogno,dc le quali ciaseuna mancandoui,puost ò impedi

** lafabrica, 6 danneggiare, sarà cosa da prudente non

premettere alcuna cosa,che essendoui sìa gioueuole,ò mx

cMoui pofja notare.Dauid e Salomone Re d'ììebrci dò*

uenio
loading ...