Alberti, Leon Battista
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 47
DOI Seite: Zitierlink: 
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0114
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen Nutzung / Bestellung
0.5
1 cm
facsimile
t i b r 6 i r; -' 47
*s-Sono da beffare uer•amente, oue dicono, che tutte le
co/è e faccialmente il dissegno e Vara con buono augurio
debbefì cominciare . Erano gli antichi in guisa in co'tali
>uperftitionioccupati, cheuoleuanocheunsoldato,chc
n°n hauesse nome inselice nel disegnare il luogo fujse il
Primo:w in purgare la colonia , et esserato,huomini di
bt<on nome eleggeuano,che le vittime conducejsero, C i
^ensori ne lassittare i dacij uolsero cheì I ucrtno Lago
Per k selicità del nome sujse il primo . E mosii dal caU
tiuo augurio del nome di quella città Epidanno detta,
*c'ò che non ui nauicassero gli huomini con loro danno,
* Riamarono Dirachio.Ver laslessa ragione chamaro*
0 ^eneuento la terra,che prima eri detta Maleuento.
jU°uemi riso,che uoleuano buone e suppltcheuoli paro*
j effcr dette.E non ui mMcano chi affermino, le parole
s? shuomo ejfer d'un tale uigore,che da le siere e da co*
"„ "tote uengono udite . Taccio che dice Catone, i buoi
ytochi co parole uenhrjreHaurati. Et uogliono appres*
}° che gli huomini dal terreno paterno con prieghi pofii
n° °ttenere, chcflranieri e nonsoliti alberi uisi nodri*
lc<tnoit che gli alberi con prieghi si pofsono altroue con*
p^s,esar ch'itti crescano. Già che ho cominciato à pus
'cWare,non mi rimarrò di narrare per sollazzo quello
e àcono,che Vhuomo di manieri, da le altre cose uiene
Mo^be Urapa douenta maggior e, sé nelseminarlafìa
Il Ip^^e à la sui famiglia, CT à uicimsta gioueuole.
cl:ese è ucro, nonso come sauisano l'ozimo hcrba Un
P &u dinenir ssorida, quanto con più malcditioni uenga
*lnata.Ma Usciamo quelle cose da parte. Io niamso
>)<* meglio sé fyrezzattl ogni superjìitione,rcligiosamen
te diremo
loading ...