Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 55a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0131
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DE LiECE F'T fi T T V R A

e da la poker e \ che scambieuohnente lo molesta, uiené
macerato e roduto. ha onde io conchiudo che tutto l pie ■
de l edisicio di [ode e grandi pietre fi saccia , affine che
da le osfese contrarie ft pofii difendere. Qitéi sìano le
più dure pietre nel secondo habbiamo detto.

De la creatione,coUocatione,e congiuntione de le pietre- ■
E quali siano più ferme,e quali più deboli. Qap- 7*

Glie gran difjerentia -, e quìui & altroue, con qual
sorma e cogiuntione le pietre st mettano in opra,
per che sono,come nel legno,cofì ne la pietra ucne e no*
di,& parti più de le altre deboli- Anzi è manifesto che'1
marmo s'apre e torce, sono ne le pietre aposteme e putrì
de materie raccoltele per ilbeuuto aria a, tipo st gon*
siano, onde più greui gonsiature e rotture de colonne e
tram neseguono.Per tanto /òpra lesopradette cose deU
pietre,glie dafapere la pietra da la natura uenir create
come Mggiamoflesaji materia liquida e tener aM quali
k poco k poco rappigliata,^ indurita,coserua la massso
la prima sigura de le sue parti. Di qui auiene che k più
hasse partì,de corpi maggiori^ più grieut sono,che quel*
le disopra, er uipassano entro le uene, come materia
d materia uiene sopragiunta,cr accofìata.Adunque gtic
cosa certa,che là pietra iui è atta àsendcrsì,oue è la ut*
na,la quale fafii ò difyuma de laprima material di si*
ce de lasopragiunta,quando che non consentirebbe la >"*
tura, che materie differenti senza mezzo conueneuok
sumssero.Oltre ciò,come Ce/perlenza manisesta, l'efflfl,
to de le tempestàjycr non parlare di cose più secreti,og^

congiuri*
loading ...