Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 65
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0150
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO III. 6 5

Ptso e misura gw&t si ristonddno le pxrti. Se sardi più
orchi dà portico à le colonne j& à li captteUi,siirauui li
conij oue unoòpiu Archi congiuntili UcMno,che nonsìa
n° due pietre,b quanti sono gli archi,masia una intiera
Pietra, che di quefto è di queWarco il capo sossenti. I
Ptofiimi conij sé saranno di grande pietra sarai,chel'uno
4 s altro con le reni giunto à la linea s'accodi. Il terzo
c"£ cuopri quelli à UueUo del muro con ugude congiun*
tttra s'dcconcierà in guisd ,che egli serita, à tutti due gli
*c&i,rt i loro conij abbracci,sarai in tutto l'Arco che le
Punture rinchiuse al centro si riferiscano.Vesero i periti
^chitetti il conio de lajpina d'una grande, & intiera
«Jfefr<t,/è lagrojsezzti del muro t'impedirà,che non può
" totali conij, porre intieri,queRo non sarà arco', ma à
eSÌHdine,che noi uolta chidmidmo.

c"c uarìesono le uolte,e ld loro dijserenzd,e di che lince
finnosi,®- in che modo si rallentano. Cap. 14.

V Arie sono de le testudini lefyecie, la ondesidebbe
inueàigttre in che sono differenti,e con che linee ji
'Sciano. Ma farà bisogno fìngere i nomi,per ejsere,co*
** m tutta l'opera hosludiato fdeile e chiaro . No« mi
,C°^° che Ennio poeta chiamò gli archi del cielo gran*
™ni,e Scruio editarne le disse, per che à modo di ndui
Wtisono. ma questo chiedo che'n queili librisld hduu*
a Per htind pdrok,qucUd che sarà à la materia accon*
*e sacile da intendere. Le/pecie de le tesiudini sono,
^camera, e dritUsserkd, e sé dltrepdrti di quejle
mo.Di quejle iA drittd sseried difua natura solamen

ì tene
loading ...