Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 70a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0161
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DB L" A R ,C RI T H T T V R A

.empirelacaua,altroàsabricarè le mura, altro asoprd*
-porre le te£ì.udini,&altro a intonicare. Qauanfl accon*
xiamente ì fondamenti ne la Canicola,e ne l'autunno,pi#
chelaseca terra, ouerogran copiad'humorinon louie
ti. s'empiono ne laprimauera, minimamente le più prò
sonde, perche la terra, che glie dattorno dal gran cai*
do i fondamcti disenderà. Empiranncss con più profìtto
nel principio de la bruma, pur che nonsìa in paese à tri
montana sbttopo&o ò molto sreddo, pue regni laghiac*
cia.ossendesi il muro da troppo caldo Ja gradi sreddi,*
dasubitogelo, especialmente da uenti Aquiloni. La te*
studwe di temperato aria sommamente ha bisogno ,sino
che si fermi,& induri. Lecrofce nelnascere de le vergi
lie e ne i di che O&ro uento ben sossia, commodamentt
sarannosì. Per che non éssendoben humido il luogo,ch(
di crosla ò di bianco uogliamo cuopnre,noni attaccherà
ciò che ui porrai, ma cadendo sarà l'opera asserà escd*
hrosa. Ma de la crofca e imbiancare alsuo luogo dire*
mo.Narrate le generationi de le cose,che ne l'Archita*
turaujìamo, à parlare del rimanentepasseremo. E pri*
ma de lesfecie, CT uarieù de gli edisici), e di ciò che &
ciaseuno è conueneuole, indi de gli ornamentisinaltnc1*
te de loro uitische ò per errore del muratore, ò per iti*.
giuria detempi si scuoprano,e come si ammendino.

IL FINE DSL TERZO LIBRO.
loading ...