Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 82
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0184
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
LIBRO 1111. S 2

to dAfrìcd,di LibiaJi Spagna-di Germania^ de tisile
gran numero d'huomini e di mercataiitie gran copiai
Roma concorrea secero due tue lasirìgatc,nel mezzo de
Squali era di pietre un corfo più alto un piede ;come una
diuifìone,peruna andauasi,per tdtrasitomauaschiuan
do soffesx de tincotrarsi.Tal debbe esserla militare ma
fuori de la citta,esi>edita,dritta,esicura.Auicinandofi à
'*<« citta che sìa chiara e potente siano le uie ampie e di*
ritte3comc à lamacsìà de la citta è couueneuolc,eJscndo
Polonia ò terra sarà l'entrata sccura, sc non andar a la
}ùa al dritto à U porta, ma piegando a destra b a fìni-
siraprejso a le mura, efpecialmentc innanzi ile torri
IM condotta. Masia la uia ne la citta iti quella , cr in
Quella parte piegata e torta, perche oltreché parendo
P'« lunga far a la citta apparire maggiore, ne segue an*
'bora più uaghczzd e commodo ne quondam usi, cr À
^ssar'ij tempi.Quàtosara diletteuole, che adognipas
1° nuoua forma d'edifici] ti fi pari dinanzi in gusa, che
hscita ©" a/petto di ciafcuna cafa, dal mezzo de tam*
Pl<t uia ti parrà esfere al dritto. Anzi benché fìa altroue
"luogo troppo largo,mcno ornato e [ano, quiui la lar-
v*ZZa è utile e commoda.Narra Cornelio Tacito, che
Nerone slargando le uie in Roma, la sece più calda,e
Pwciò meno sana. Altroue ne leflrette uie è cruda aria,
*f°no,anche ne la fiate ombrofe.Non uifìa casa,oue no
tntri del fole il raggio,e non entri il ulto, perche douun
9sts muouerasii ditta e cjseditauia dasoffiarc tronera.
^°" sentira ucnti nociui,perche da i muri opposìisarxn
0 sbattuti. Aggiugniui che'ntrandoui li nimici d'ognin
°r'10 afsatiti non potranno durare.Baftibauer detto de

l z le
loading ...