Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 84
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0188
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
li b r,o ini. 8 4

W i pìldiìrì total luogo,clegendo quello, oue le cose più

Uve e tarde si raccoglieranno.Mina Re u olendo fabri*

c®e in Mèmsi un ponte ,sece andare il Nilo tra alcuni

Dtonti,e compiute l'opera nelsuo letto lo ritornò. Nico

ft d'Asiirìf Reina apprettato ciò che àsabricare unpon

te sacea di me&ttrOjcauato un lago ui conduffè il siu*

infonde empiendoli il hgc/eccofii ilsiumejlche di sa*

Picare ipilassr'i gli diede agio. Ma noi cojì diremo.

^dcciansìnel'autumno quando le acque mancano dei

Pìlajbrì i sondamenti,rìnchiudendoli consiepe, in cotal.

Kodo satta.Ficcanjì due ordini di pali Jpefii,che appa*

l<t'io sipra tacqua,come un [leccato,mettendoui per en-.

trocutici,edialcgaesango empiendo i uuoti luoghi,

tic l'acqua non rientri. Qauisi poi del chiuso acqua ò

Ungo}cheuisìa rimalo à l'opera noccuole . il runa*

tonte some è detto nelprosiimo libro foraci. Qauasisi*

"° al fermo terreno,ouero con pali siccatiui si ferma

" suolo . lo ho ueduto che gli Architetti fatto hanno

fatto al ponte una continua base, non già che chiù*

s° tutto'l fiume continuatamente la facessero, ma a

Porte à parte} quando che non fi può tutto l'empito

hi fiume foslenerc.Debbesi adunque lasciare alcuna

*P*rtura, per oue l'empito de te acque habbia il suo

ttsso. Qjiestc aperture 6 nel uarco si lascino, ò farai

tonili di legnoi chefiando pendenti, à l'acqua diano il

p4Jjo.Sc tigraua la)pesa3sarai ad ogni pilaflro h sua

tfe À. forma dinaue con due punte al corfodel'ac*

SK<« drizzate,assine che l'empito de le acque diuifcsac*

Ctmo minore.Babbiamo àfapere, che la prte di die*

0 de la bafe, più che quella d'auanti uiene da l'ac*

l 4 qua
loading ...