Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 88a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0197
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
IL CLVINTO LIBRO

DI LEON BATTISTA DE G£l

À. L B E R T 1 F I OR E N T I N O

de V Architettura ', otte difabriche di

ciascdno ssato dbuornini

si tratta.

De ta fortezza onero haktatione regale, e del tiranno,
e labro disferenza e parti. cap. l-

l i è di mefàcro accommodare ne U
citta e suori le parti de leopereil^
sogno de cittadini, come nel libro $
sopn, habbiamo sato manisesto ,àì*

;__________J chiamando appresso dtri edifici} p#

tutto l popolo, altri à più degni, altri ad ignobili esse*
conueneuoli. De gli edifìci} communi habbiamo pààv
to a pieno.Que&olibro le sabriche particolari dietim
rera. ikhe quantunque fìacosà uaria e da manifesti*
dissicile jotuttauia quanto d'ingegno mi preitera Di°>
ssudiero di sarti cowfcere,cb'io niuna cofa bibbia u$
to tacerebbe si possaper tale cognitione desidencre, $
usarc più eloquenza ad ornare il parlar mia, di qi'*^0
ad essequire lapresente opera sva bisogncuole. Corni^
damo adunque da più degni huomini. Dignifiimi s°n°
quelli,à i quali.di reggere la Republica dasii il gouer*10'
sono più ouero uno . Dignifiimo ueramente debbe esjcf
colui, che solo tiene [imperio. Consìderiamo aduns

qualsabrica percolili silo fi saccia. Ma gli è non /"f

cott
loading ...