Alberti, Leon Battista  
I Dieci Libri De L'Architettvra Di Leon Battista De Gli Alberti Fiorentino ...: La commodità, l'utilità, la neceßità, e la dignità di tale opera [...] — Vinegia, 1546

Seite: 95a
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/alberti1546/0211
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
? r, DE L A R, C H I. T E T T V R A

th E che giouerebbono lelotostante'ricchezze, non gli
essondo lecito à le siate flore in otto'e cheti.Habbùtno di
coftorole case quali che ellesiano,i-luoghi' ampijdafà*
lutare, così l'ufeita e la uia, che al foro conduce ampia>
acciò che i samigliari',clièntiJa:cortese qucUi,chcpcrs<t
re de togati mxggiorc ilnumero, s'accompagnano, fin*
dìando di siccarfiauanti,non turbino hno l'akro.Qudì
sìano le ftaize oue queiti magi/Irati l'usficio loro ejser*
citino,sacihnehte fi dimofcra>al Senato la curia,al giudi*
cclabasilica ò ilpretorio ,al capitano gli {leccati, l'ar0
ta,eluoghi fintili. Che dirò del pontesice, à lui nonsol0
il tempio, ma etiamdià luoghi à fomiglianzade fieeed
sé gli conuengono,quando che'l pontesice,e chi con lui tt(
siacrisicif minisìrano, dura e fatkosa militici essercitano,
si come nellibro intitolato potefice moflratohabbiatno>
cioè per la uertk contro iuitij cobattendo.Gliè un tc0s
pio grandi simo, oue il sommo sacerdote i sitcrisicij sol#\
neméte ojsmsceZ& altri minori per la città,oue minofl
sacerdoti i facrisicis srequentano, e cosiper ilnumero &
le regioni sono piccioli templi, e ne le Mille anchorasi^
il maggior tempio nelmezzo de la città piucommodo>
ma da U srequenza del popolo lontano più honefeo, "-'[
colle harrà più dignità, nel piano per i terremoti féf
più sermo.Finalmente sacciasi il tempio oue maggior m
ucrenza e maeseà gli nesegu.i.Rimuouanfi IcfozZttre ''
puzzo & ogni cofa sconuencuole, che li padn,matroti(
eie uergini, che uanno à Voratione pofii ossenderei
tal l'opera pietofa ritraherli. Trouo appo Nigrigeno $
chitctto,che de termini scrijse,che commendavano gli <*"
tichi Architetti quel tempio,U cui faccia uerso cecidi

tetti
loading ...